(Classe L-27 del DM 270/04)

Obiettivi formativi specifici del corso
L'obiettivo formativo principale del Corso di Laurea Triennale in Scienze e Tecnologie Chimiche e dei Materiali riguarda la formazione di un laureato che possieda le abilità e le conoscenze di base di carattere chimico utili per l'inserimento in attività lavorative che richiedono familiarità col metodo scientifico, capacità di applicazione di metodi e di tecniche innovative e utilizzo di attrezzature complesse. Le competenze acquisite permettono al laureato di interagire con le professionalità culturalmente contigue e di continuare gli studi nei corsi di laurea magistrale.

Requisiti di ammissione e verifica delle conoscenze
Per accedere al Corso di Laurea Triennale in Scienze e Tecnologie Chimiche e dei Materiali è richiesto un diploma di Scuola Secondaria Superiore, o di altro titolo conseguito all'estero e riconosciuto idoneo. È necessario il possesso di una adeguata preparazione scientifica di base e una buona capacità di utilizzare i principali metodi della matematica elementare anche applicata a situazioni comuni nel campo delle scienze sperimentali.
A seguito del coordinamento nazionale tra le Strutture Universitarie di Scienze e Tecnologie, è previsto un test nazionale di valutazione delle conoscenze di matematica di base che si svolge di norma nella prima settimana di settembre e nel mese di ottobre. Lo studente interessato ad immatricolarsi al Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Chimiche e dei Materiali ha l'opportunità di seguire dei precorsi di matematica, che si svolgeranno nel mese di settembre, e che consentono di precisare le conoscenze utili ad affrontare il corso di Laurea. L’esito della prova non preclude la possibilità di immatricolarsi al Corso di Laurea.

Descrizione del percorso formativo
L’Ordinamento Didattico del Corso di Laurea presenta obiettivi formativi specifici ed un quadro generale delle attività formative conforme allo schema ministeriale. Le strutture per lo svolgimento delle attività didattiche e di laboratorio sono situate nel polo di Coppito, anche se alcuni insegnamenti possono essere mutuati con altri Corsi di Laurea dell’Università e pertanto le attività ad essi collegati possono essere svolte in altre sedi interne all’Ateneo.
Il Corso di Studio prevede due percorsi formativi (o curricula) denominati Chimica e Scienza dei Materiali. Dopo un primo anno comune ai due percorsi, lo studente, all’atto dell’iscrizione al II anno di corso, opera la scelta del curriculum.Nel II e III anno di corso, gli studenti, oltre ad alcuni insegnamenti che permettono loro una formazione comune nell’ambito della chimica e della scienza dei materiali, acquisiscono competenze diverse inerenti al tipo di percorso intrapreso. In particolare, nel curriculum “Chimica” è previsto un approfondimento di alcune tematiche nei settori della Chimica Analitica, della Chimica Fisica e della Chimica Farmaceutica, mentre nel curriculum “Scienza dei Materiali” allo studente vengono offerti insegnamenti riguardanti la struttura elettronica e cristallina dei solidi, le proprietà di trasporto dei solidi, in particolare dei semiconduttori, e le principali proprietà dei dispositivi elettronici di base.
Il piano didattico prevede, al III anno di corso, un’attività di tirocinio obbligatoria che può essere svolta all'interno dell'università o presso le aziende, pubbliche o private opportunamente convenzionate, quale parte integrante del percorso formativo.

Organizzazione della didattica e tipologia delle attività didattiche
La durata nominale del Corso di Laurea è pari a 3 anni e ogni anno di corso è articolato in due periodi didattici semestrali, ciascuno di circa 14 settimane. L’inizio delle lezioni è fissato di norma tra la fine di settembre e i primi di Ottobre.
Le attività formative prevedono l’acquisizione di crediti formativi universitari (CFU), ai sensi della normativa vigente. A ciascun CFU corrispondono 25 ore di impegno complessivo per studente e, nel carico corrispondente ad un CFU rientrano:
a) didattica frontale: 8 ore/1 CFU
b) esercitazioni in aula: 12 ore/1 CFU
c) pratica individuale in laboratorio: 12 ore/1 CFU
d) tirocinio formativo: 25 ore/1 CFU
La frequenza ai corsi è altamente consigliata. Gli studenti che non possono frequentare regolarmente potranno rendere nota tale situazione al Presidente del CAD e contattare i docenti dei corsi per concordare una forma alternativa di didattica. La frequenza alle attività di laboratorio è obbligatoriaelo studente deve acquisire l’attestazione della presenza, certificata dal docente titolare del corso, ad almeno il 75% delle ore previste.

Verifica dell’apprendimento, acquisizione dei CFU e conseguimento del titolo di studio
Il piano didattico del Corso di Laurea, con i percorsi formativi e gli insegnamenti previsti, indica il settore scientifico-disciplinare di ogni singolo insegnamento, il numero di crediti formativi (CFU) attribuito a ciascuna attività didattica, l’anno e il semestre di erogazione. Tutti gli insegnamenti, ad eccezione della Lingua Inglese, per la quale è previsto un giudizio idoneativo, prevedono un accertamento finale che dà luogo a votazione (esami di profitto).
I docenti, anche mediante il sito internet, forniscono agli studenti tutte le informazioni relative al proprio insegnamento (programma, prova d’esame, materiale didattico, esercitazioni ed eventuali prove d’esonero, ecc.). Per ciascun insegnamento deve essere previsto un numero minimo di 7 appelli ogni per anno accademico e un ulteriore appello straordinario per gli studenti fuori corso. Qualora gli insegnamenti prevedano prove di esonero parziale, oltre a queste, per quel medesimo insegnamento deve essere previsto un numero minimo di 6 appelli d’esame e un ulteriore appello straordinario per i fuori corso.
Per il conseguimento della Laurea Triennale è necessario aver acquisito tutti i CFU previsti nel piano degli studi. La prova finale consiste nella presentazione e discussione di un elaborato scritto, che può essere redatto in lingua inglese, e viene svolto sotto la supervisione di uno o più docenti afferenti al Consiglio di Area Didattica di Chimica e Materiali. L'elaborato può riguardare l'approfondimento di uno specifico argomento attinente alla formazione dello studente o l'attività svolta durante il periodo del tirocinio formativo. Alla prova finale sono attribuiti 6 CFU.

Regolamento Didattico Laurea Triennale A.A. 2018/19 logo pdf
Piano Didattico Laurea Triennale A.A. 2018/19  logo pdf

Anni precedenti:

Regolamento Didattico Laurea Triennale A.A. 2017-2018 logo pdf
Piano Didattico Laurea Triennale A.A. 2017/18  logo pdf

Regolamento Didattico Laurea Triennale A.A. 2016-2017 logo pdf
Piano Didattico Laurea Triennale A.A. 2016/17  logo pdf

Regolamento Didattico Laurea Triennale A.A. 2015-2016 logo pdf
Piano Didattico Laurea Triennale A.A. 2015-2016 logo pdf

Regolamento Didattico Laurea Triennale A.A. 2014-2015 logo pdf
Piano Didattico Laurea Triennale A.A. 2014-2015 logo pdf

Regolamento Didattico Laurea Triennale A.A. 2013-1014 logo pdf
Piano Didattico Laurea Triennale A.A. 2013-2014 logo pdf

Regolamento Didattico Laurea Triennale A.A. 2011-2012 logo pdf


Scienze e tecnologie chimiche e dei materiali: Study plan logo pdf

 

logo senza iniziali 32

Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web. Continuando nella navigazione ne accetti l'uso.